Istituto Comprensivo "D. R. Chiodi" > Circolari > Prevenzione del rischio di infezione da covid-19
Ultima modifica: 29 Luglio 2020

Prevenzione del rischio di infezione da covid-19

Tutela dei lavoratori “fragili”.

Circ. n. 218                                                                                                 Roma, 29.07.2020

 

                                                                                                                 Al Personale Docente

                                                                                                                  Al Personale ATA

                                                                                                                                                 

Oggetto: Prevenzione del rischio di infezione da covid-19 Tutela dei lavoratori “fragili”.

 

 

Si informa tutto il personale, la cui attività lavorativa viene svolta nei luoghi di lavoro in presenza, dell’importanza di segnalare le eventuali situazioni di particolare fragilità di cui siano portatori eportatrici. L’art. 83 del D.L. 19 maggio 2020, n. 34 dispone l’avvio della “sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio contagio, in ragione dell’età o della condizione di rischio derivante da immunodepressione, anche da patologia COVID-19, o da esiti di patologie oncologiche o dallo

svolgimento di terapie salvavita o comunque da comorbilità che possono caratterizzare una maggiore

rischiosità”.

Nel “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”, pubblicato dall’ INAIL il 23/04/2020, la sorveglianza sanitaria eccezionale viene prefigurata con riferimento ai lavoratori con età superiore a 55 anni, o al di sotto di tale età ma che ritengano di rientrare, per condizioni patologiche, in tale situazione.

La fragilità a cui si fa riferimento, può essere rappresentata a titolo puramente esemplificativo e non esaustivo, anche in rapportoall’età, da malattie cardiovascolari, respiratorie, dismetaboliche, neurologiche – psichiatriche, autoimmuni, oncologiche in fase attiva negli ultimi cinque anni o con terapie in atto.

Sono considerati lavoratori fragili anche soggetti trapiantati, con epatopatie croniche, insufficienza renale cronica, obesità grave.

Tutti coloro che ritengano di poter rientrare in situazioni di fragilità sono invitati a rivolgersi tempestivamente al proprioMedico di Medicina Generale.

Il lavoratore, una volta ricevuta dal Medico di Medicina Generaleo dallo Specialista del SSN una formale conferma della situazione di “fragilità”, potrà trasmetterla al Dirigente Scolastico.

 

                                                                                            IL  DIRIGENTE  SCOLASTICO

                                                                                                    Dott.ssa Incoronata Sarni