Ultima modifica: 4 febbraio 2019

Educare alla sicurezza

Norme di comportamento

Circ.n. 123                                                                                                     Roma, 04.02.2019

AP

 Alle famiglie

Agli alunni 

Al personale scolastico                                                                                                                                        

                                                                                                                                              SEDE                                    

 

Oggetto: EDUCARE ALLA SICUREZZA

 

La salute e la sicurezza sono diritti fondamentali e inalienabili di ogni persona sanciti dalla Costituzione. Le Direttive Europee, recepite nella legislazione italiana dal Decreto Legislativo n° 626 del 19/09/94, prevedono espressamente che anche la Scuola rientri tra le attività soggette alle norme di salute e sicurezza per l’attuazione e il miglioramento continuo della prevenzione, di cui è bene conoscerne le regole.

Agli studenti è richiesto comunque un comportamento corretto e prudente (che è la miglior forma di prevenzione contro gli infortuni), in particolare:

non si deve né correre né saltare eccetto che per le attività motorie,
non devono essere introdotti a scuola telefoni cellulari
non devono essere introdotti a scuola nessun tipo di sostanza che può causare reazioni allergiche come spray, nebulizzatori o altro
gli alunni sono autorizzati solo in orario scolastico a frequente i locali della Scuola
in via eccezionale e in caso di mal tempo in attesa dei corsi pomeridiani gli alunni possono attendere l’inizio nell’atrio scolastico rispettando le regole della buona educazione
non ci si deve sporgere dalle finestre,
non si devono ingombrare con oggetti i pavimenti, le vie di esodo, gli atri, le uscite, le scale;
non si deve rimuovere o danneggiare la segnaletica;
non si deve oltrepassare o togliere l’eventuale barriera che blocca il passaggio verso zone pericolose;
bisogna evitare di percorrere i corridoi passando vicino alle porte perché la loro apertura improvvisa potrebbe causare danni;
bisogna sistemare contenitori, materiali, sedie e banchi in modo da facilitare l’evacuazione.

Ai visitatori/genitori per la sicurezza e l’igiene è vietato l’utilizzo di qualsiasi servizio scolastico, quali telefono, servizi igienici, aule e tutto ciò che è in uso esclusivamente al personale scolastico e agli alunni non rispondendo alle caratteristiche dei servizi pubblici, tutti gli esterni dovranno attenersi alle indicazioni del personale di portineria.

Al personale docente e A.T.A. è richiesto di garantire la sorveglianza in ogni istante degli alunni affidati loro, in particolare durante gli intervalli di ricreazione e nelle attività di qualsiasi tipo in cui venga richiesta la loro collaborazione. In sintesi, per nessun motivo gli alunni devono essere lasciati soli; se è necessario allontanarsi, occorre chiedere ad un altro docente o ad un collaboratore di vigilare in propria vece. Il personale docente e A.T.A. dovrà svolgere la vigilanza in misura dovuta e idonea a salvaguardare la sicurezza dei minori, in particolare non deve essere omessa alcuna adozione, in via preventiva, d’idonee misure organizzative e disciplinari atte a evitare situazioni anche solo potenzialmente pericolose.

Quanto sopra per doverosa informazione e a completamento delle già note norme sulla sicurezza che tutto il personale scolastico è tenuto ad osservare unitamente a coloro che si trovano a vario titolo a frequentare i locali dell’Istituto.

                                                                                              IL  DIRIGENTE  SCOLASTICO

                                                                                                      Dott.ssa Incoronata Sarni